Home > Poesie > Thomas Chatterton

Thomas Chatterton

Ma vedi il velo della sera che si addensa

L’azzurro si cambia in oscuro blu

E la natura sembra piangere la morente  vista 

Da se stesso animato il timore striscia silenzioso per l’oscurità 

Sussulta allo stormir di una foglia 

Gira i suoi occhi

Atterisce di orrore quando vede la tomba 

E con i tormenti d’inferno se ne fugge 

I gorgoglianti ruscelli in lamentosi mormorii scorrono 

L’uccello del malaugurio, con incessanti stridi

Fa piegare l’anima a pensieri di malinconia 

E culla la mente in un sogno di contemplazione

Una tetra calma si adagia su tutta la pianura 

La nebbiosa Luna emette un debole chiarore 

Tristo io guardo il colle oscuro e la vallata 

Ovunque mi aggiro, ivi è dolore 

Categorie:Poesie
  1. Gabriele
    08/06/2021 alle 11:45 AM

    Quale sarebbe il nome di questo poemetto?

    • 08/06/2021 alle 12:00 PM

      E purtroppo non lo conosco 😥
      A suo tempo avevo cercato in proposito, ma senza successo, non si trova molto tradotto di Chatterton …
      Questo testo l’avevo credo pescato in un romanzo inglese (mi pare nord e sud della Gaskell, ma non ne son certo, è passato un po’ di tempo ) in cui prima di ogni capitolo si trova una citazione oppure una poesia

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: