Home > Libri > Estratto da “Il preludio” Wordsworth

Estratto da “Il preludio” Wordsworth

“… il poeta, per quanto gentile possa essere, ha, come l’amante, i suoi momenti ribelli: accessi in cui non è né malato né sano per quanto non affronti altro disagio che i propri pensieri recalcitranti; la stessa mente, la mente meditativa, più felice forse quando posa assorta, come la materna colomba, non sempre vive a questo fine, ha istinti meno quieti, pungoli che la sospingono in travaglio nei boschi.”

Categorie:Libri
  1. 15/03/2018 alle 6:14 PM

    In fondo, prima della definizione di “poeta”, ogni essere è umano…

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: